Skip to content

la mente transpersonale

23 febbraio 2013

…quindi è Oltre il cervello il Grof che preferisco, quello secondo cui il dare senso alla vita manipolando i successi esteriori, cosa poi questi siano è da vedere, è tentativo votato all’insuccesso, questo reale e vivido; quello che parla di autosconfitta, come disfatta del ; quello che vede Freud e Adler come due poli della stessa natura o conflitto; quello che insiste sul double bind dell’omeopatia, con l’aggravamento iniziale dei sintomi, che, purtroppo, tanti omeopati sembrano smentire; quello che, sulla scorta di Jung, non demonizza il sintomo, meno la gnosi in Jung, ma con lo spirito dei Sixties, e talvolta lo potenzia, specie se ricordate quanto si è detto su Jung on Life and Death; quello che non si attarda su sterili contrapposizioni tra prepersonale a trans-; quello sa che lo scambio verbale, in psicoterapia, non centra mai il nucleo; quello che osa mettere in secondo piano, com’è giusto, l’analista o il medico o come che sia, in favore di una relazione dove il sapere non è mai tutto da una parte, o l’ignoranza attribuibile a uno solo; quello che conosce la mente buddhica del paziente, o lo spirito santo, gnosi dicendo, o come lo si suol dire, e le/gli imputa un ruolo primario nella guarigione, che, a sua volta, non è perseguita con accanimento o velleità; insomma, il Grof che sa che ciò che qui è schizo potrebbe essere guru altrove, e lo dice, e lo rimarca; e soprattutto, nei toni di un nonsense mai sopito, che si azzarda a presupporre l’identificazione, già persino quella, come motore di un miglioramento, anche qui il termine è ampio, sia pure nei confronti di una pianta, di un animale, non soltanto l’uomo, spingendoci a dire che nonsense travalica l’umano e ci attende, sulle autostrade del cosmo, in una mente che è tanto vuota da non sembrare più soltanto tale, come ai tempi di Nagarjuna, sterilmente osteggiato da Yogacara, quei maestri che, appunto, non se la sentirono di compiere il passo finale, che li riconduceva al vuoto, all’illusione, lo stesso vuoto che Hegel presentì, e passò oltre

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: