Skip to content

L’horror e il nudo

30 aprile 2015

Poco fa annunciai del satanico, come emblema di potenze già sopite, inestimabili. Questo era dell’occulto, forse? L’horror esplica il nudo, il crollo di una logica o almeno di un’etica del prevedibile. Talvolta sento che non è così: condanna moralistica della trasgressione, in certi film del ciclo di
Halloween. Per il resto, l’uscita da un codice che si avverte soffocante; uno Stephen King in pillole, non meno corroborante. La scarsa attenzione per i contemporanei mi fa diffidare di intuizioni preziose, che attendono nell’ombra o darkworld.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: