Skip to content

Lo zen ieri e oggi

8 maggio 2015

Oggi lo Zen è rivisto e restaurato nei toni delle sue propaggini giapponesi: la disciplina rigorosa, anziché l’abbandono all’impulso (Alan Watts). Ci curiamo troppo della filologia, anche quando non avremmo motivo. E’ una delle occasioni in cui si perde qualcosa, con l’adesione alla realtà storica. Prima era un Eden ottimale, al riparo da manierismi medioevali; perché non chiedersi a cosa può servire lo Zen di questi tempi? Un training rigido era già disponibile in altre tradizioni, anche nella nostra, nel platonismo popolare; cercarne altre è solo nostalgia, residuo politico di un’era che scaglia l’etica in primo piano. Purtroppo.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: