Skip to content

Storico-filosofico stop

23 agosto 2015

La Storia della filosofia si ripromette di sviscerare ciò che l’autore ha pensato o detto. Il che appare un compito riduttivo, volendo trascurare le angosce, le esitazioni e le debolezze di un pensiero che, non per questo, cessa di interessare. Gadamer afferma che lo storico adotta la mentalità scientifica: si comprende un processo naturale solo se si è in grado di riprodurlo in laboratorio. Qui, invece, importa lo scarto, l’inessenziale. Dovremmo smetterla con la Storia della filosofia, e bisogna ammettere che Derrida offre un contributo essenziale a questa prospettiva. Io comprendo un autore mentre lo leggo, ne apprendo il nome proprio e le idiosincrasie; invece la sua terminologia favorita rischia di trarmi in inganno, facendomi dimenticare la persona e ciò che vi si cela dietro.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: