Skip to content

La frustrazione

19 settembre 2015

Come? La pausa del volere sarebbe il riconoscimento della fine del senso della vita? Una condizione che ho intravisto talvolta, nelle mie serate estive afose, inconcludenti? Lì era troppo facile cercare il nonsense, né l’ho trovato; per un attimo, o in un’ora non sta a me confessarlo. Chi si persuade del senso della vita può ancora approfittare del presente? Non se ne distacca per frugare in altri mondi, parimenti frustranti?

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: