Skip to content

Maestri e discepoli – on second thought

26 settembre 2015

Aristotele avrebbe mostrato il funzionamento della macchina platonica, anziché la sua comprensione: dono che non possedeva. Molti discepoli sono tanto legati ai loro maestri, da smarrirne le intuizioni; peccano di originalità, nell’imitazione sterile. Il bene e il male, il giusto e lo sbagliato, come sempre, sono altrove. La scelta che il nonsense impone si determina tra le cose e la vita; la teoresi può coprire un unico ambito, e conosciamo la decisione degli aristotelici.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: