Skip to content

Limiti dell’improvvisazione

14 novembre 2015

Ciò dovrebbe verificarsi nella improvvisazione, per la quale però Cage non ha grandi entusiasmi, a causa del carattere prevedibile dell’ inter-play che viene a determinarsi appena un musicista reagisce alle suggestioni dell’altro secondo un copione prefissato, a prescindere che si tratti di jazz o di rock, etnica o pop: Cage pensa che si debbano abbandonare le piste già battute (“Sto cercando dei modi per liberare l’improvvisazione dalla memoria e dai gusti personali e sarò molto contento se ci riuscirò”).
(L. V. Arena, La durata infinita del non suono, Milano-Udine, Mimesis 2013)

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: