Skip to content

Nishitani e il mondo fluttuante

21 novembre 2015

Nishitani sa che il volto originario, di cui lo Zen permette la visione, non fa a meno della religione: una spiritualità più ampia apprende dal nichilismo occidentale e dalle frange nonsensical del buddhismo. L’uomo si mette in discussione, e non abbraccia una religione per perdere se stesso, bensì per ritrovarsi. Poi, il silenzio. Scoprirà che la sua esistenza è fluttuante, come il mondo delle case di piacere nei quartieri di Edo, dove filosofi e prostitute condividevano lo stesso tetto. Nishitani avverte l’abbraccio del nulla, ma non se ne distoglie. Sa che questo è l’unico modo per superare alla radice il nulla stesso…

Leonardo Vittorio arena, lo spirito del Giappone, Milano, Rizzoli 2008

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: