Skip to content

Cristo e il Nulla

27 novembre 2015

La libertà era intollerabile, così gli Inquisitori l’hanno sottratta al popolo, per il suo bene. E ora il ritorno del vero Cristo, non quello del clero, appare minaccioso. Ma non è tanto questo a colpire Nishida, profondamente distante dalla Chiesa di Roma. È la replica di quel Cristo, che si articola in due tempi. Egli non risponde al cardinale, che gli legge della condanna al rogo. Sembra un’ombra, non un uomo. Per i miracoli e i misteri del nonsense, come in un sogno il giorno dopo, quando sta per essere prosciolto e liberato, Gesù si avvicina al cardinale e lo bacia. Mantiene il silenzio, l’altro rabbrividisce. Nishida ammira un Cristo che sembra esprimersi dal luogo del nulla…

Leonardo Vittorio arena, lo spirito del Giappone, Milano, Rizzoli 2008

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: