Skip to content

Nāgārjuna in disguise?

28 novembre 2015

È inconsistente l’accusa di incoerenza nei confronti di Nāgārjuna, quasi avesse sostenuto la distruzione delle opinioni per poi coltivarne una a sua volta, la nudità (shūnyatā). È difficile far capire, a chi non ne sia già convinto e pienamente consapevole, che questa dottrina rappresenta un antidoto alle costruzioni mentali. Supponiamo che un cliente si rivolga a un mercante, il quale gli risponde che non ha nulla da vendergli, e che quello, ostinato, pretenda proprio di comprare questo nulla. L’oppositore della vacuità, che insiste a ritenerla una dottrina tra le altre, somiglia a questo cliente. in realtà, la vacuità è incontestabile, e qualsiasi confutazione si ritorce contro chi l’ha formulata…

Leonardo Vittorio arena, storia del pensiero indiano, Kindle edition, 2015

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: