Skip to content

Il Dio di tutti

14 dicembre 2015

Ogni dio vuol essere adorato, ma si potrebbe adorare, o amare, un dio che non lo voglia. Non sarebbe migliore o peggiore degli altri. Che dio voglia l’adorazione è opinione antropomorfica. Nel Libro Rosso Jung dà il meglio di sé quando si libera dell’umano, ed è l’archetipo a parlare. Pensavo a Wilber, la cui critica a Jung è capziosa, forzata: nella psicologia analitica non ci sarebbe il transpersonale, solo il prepersonale. Rasoio di Occam, impietoso.

Estratto da: Leonardo Vittorio arena, il libro rosso di Jung, Kindle Edition 2015

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: