Skip to content

Il dharma di Manu

7 gennaio 2016

Per garantire la stabilità della società civile e la solidità della propria autorealizzazione, si consiglia ai membri di qualsiasi classe di aderire al loro dharma specifico. “È meglio attenersi al proprio dovere, ancorché sprovvisti di qualità, piuttosto che tentare di compiere a perfezione il dovere di un altro; infatti, chi si procura il proprio sostentamento attraverso il dovere altrui (paradharmena) decade nello stesso istante dalla propria posizione castale”. Lo stesso avvertimento si trova nella Bhagavad Gìtà con
maggiore accento spirituale.

Estratto da: Leonardo Arena, storia del pensiero indiano, vol. II, Kindle Edition

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: