Skip to content

Novalis: magia dell’idealismo

7 marzo 2016

La vita terrena può essere vissuta come un “mondo paradisiaco”, nel godimento di una condizione dello spirito. Chi sa essere mago, filosofo e moralista, percepirà la costante
presenza di un’altra realtà, nel mondo dei corpi. Per l’uomo che è consapevole del continuum
bene/male, spirito/materia, ecc., e che conosce i segreti delle polarità, il mondo assume
tutt’un altro aspetto. Novalis lo ammette nel quarto dei Dialogen (1798).

“Noi già qui possiamo essere nello spirito nella gioia assoluta e nell’eternità; proprio
l’antica lagnanza, secondo la quale tutto è caduco, può, e deve, divenire il più lieto di tutti i pensieri”.238

da: Leonardo arena, Novalis come alchimista, Kindle Edition

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: