Skip to content

Zhuangzi: anziché la tecnica, lo spirito, 神

5 maggio 2016

“Conoscere il dao è facile. Non fare affidamento sulle parole è difficile. Sa e non parla: per questo è il cielo; sa e parla: per questo è l’uomo. Gli antichi erano come il cielo, non come l’uomo.” (Zhuangzi, 32)

Zhuangzi è consapevole della difficoltà di trasmettere questi insegnamenti; perciò insiste sulla trasformazione tranquilla, uno stato che non dipenda da alcunché: né della conoscenza, né dallo studio, né da una tecnica meditativa; egli si appella alle forze interiori dell’individuo, lo shen, 神, termine che vale come ‘spirito’, e che qui non caratterizza una facoltà soprannaturale.

da:Leonardo Arena, L’innocenza del Tao, Kindle Edition 2015

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: