Skip to content

I fiori della mente, 心之花

11 maggio 2016

“Prima che guardiate questi fiori, essi e la vostra mente si trovano in uno stato di vacuità silente. Appena arriviate a guardarli, i loro colori vi si mostrano di colpo, chiaramente. Da ciò potete apprendere che questi fiori non sono esterni alla vostra mente” . (Wang Yangming, Chuanxi lu, 傳習録)

L’esistenza delle cose non può essere messa in dubbio; ma per attestarla è necessaria la disposizione mentale, cioè qualcuno che la percepisca. Un bel fiore, nella vastità del deserto, gode della solitudine; si anima non appena qualcuno lo individua: solo allora si può dire che se ne vedano i colori. L’idealista concluderà che l’esistenza del fiore, prima della percezione, vada messa in dubbio: eppure il fiore esiste anche allora, in una vacuità indefinibile.

da:Leonardo Arena, L’innocenza del Tao, Kindle Edition 2015, già Mondadori 2010

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: