Skip to content

La medicina e/è la malattia?

14 maggio 2016

La coltivazione confuciana di sé persegue vie differenti, non va confusa con le tecniche buddhiste. Ma è difficile intendere il punto di vista risolutivo sulla questione, poiché altri brani del Chuanxi lu insistono sulla consapevolezza diffusa; come quando si consiglia di imitare un gatto che tenti di catturare un topo, gli occhi e le orecchie concentrati sul compito .
La medicina va applicata secondo la malattia: la meditazione può servire a spezzare la monotonia del lavoro quotidiano, ma se il problema consiste nella svogliatezza o nella disabitudine alla lettura, si deve cercare di fare qualcosa, come leggere o studiare . La meditazione svolge una funzione terapeutica: disciplina la mente, che è come un cavallo selvaggio o una scimmia irrequieta, smorzandone l’angoscia e le preoccupazioni . L’atteggiamento di Wang Yangming si mantiene ambiguo, sebbene alcuni allievi ne valorizzeranno la propensione alle tecniche contemplative del buddhismo.

da:Leonardo Arena, L’innocenza del Tao, Kindle Edition 2015 (Mondadori 2010)

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: