Skip to content

Wittgenstein: materialismo o idealismo?

16 giugno 2016

“Il fatto deve avere, per essere una immagine, qualcosa in comune con il raffigurato” (L. Wittgenstein, Tractatus logico-philosophicus, tr Conte, 2.16).

Si elimina, nelle intenzioni, il nesso con l’idealismo. Un mio collega materialista, ostile a Wittgenstein, non sapeva di condividere con lui un nodo. Diceva che qualcosa ci mette in contatto con il reale, o che si avverte qualcosa che oppone resistenza al conoscere, o si percepisce come diverso, la concretezza di un oggetto; lo diceva con parole che non riesco a ricordare. Wittgenstein ammette una affinità tra l’immagine e ciò che raffigura.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: