Skip to content

Daodejing (道德經): un libro?

4 agosto 2016

Daodejing: Un libro che non vuole essere condiviso. L’autore non parla per convincere. Altrimenti, violerebbe il suo motto: “Chi parla non sa, chi sa non parla”. Non è una scorciatoia per sottrarsi al pensiero. Non che il Daodejing incoraggi l’irrazionalismo: gli è estraneo il conflitto tra la ragione e altre facoltà. L’autore sale in cattedra solo per stigmatizzare il tentativo confuciano di indottrinare gli altri. Ma per scenderne subito: appena ci si richiama all’etica il tao è perso. Il libro va chiuso, qualora inteso come una guida.
Laozi osserva che le parole semplici sono inascoltate. Una visione aristocratica della vita? Forse. Mi piace pensare che si dibatta delle difficoltà di comunicazione, in un mondo che ha smarrito la naturalezza.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: