Skip to content

Tao e taoismo

5 agosto 2016

Tao è via, nel senso etimologico del termine. Non una qualunque, bensì la principale. Non si dovrebbe smarrirla, né cercarla. Alcuni vi si incamminano spontaneamente per incontrarvi la felicità. Inconsapevoli, ignorano i loro meriti. Appena il taoismo divenne un culto si discostò da Laozi e dall’antichità. L’opera suggella un inizio, come osservò Heidegger, il quale vi si appassionò. La sua ricerca dell’Origine lo spinse a supporre che il Daodejing fosse equivalente ai frammenti di Eraclito. Un errore benevolo. Le affinità teoretiche tra le due opere non dovrebbero fuorviare. È evidente in entrambe il ripudio di una metafisica, del rinvio al “mondo dietro al mondo” (Hinterwelt).

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: