Skip to content

Lacan/Chan stacco totale

17 agosto 2016

Il capovolgimento totale: la parola non esprime il pensiero, semmai lo cela, a quell’essere parlante, l’uomo, che la subisce senza poterla dominare. Punto di stacco di Lacan, portavoce dell’Occidente, da tutti i meandri di un Oriente che si fregiava del merito di annullare i pensieri, qualità eccelsa e qui ridimensionata, spostata, misconosciuta persino, mentre la parola, invalidata o detta limitata in un certo Chan, riacquista i suoi diritti: si cercherebbe un punto di mediazione, che però non arriva, ed è stroncato sul nascere, quanto più lo si cerca.

“Il cogito non fonda la coscienza, ma precisamente la scissione del soggetto (Problemi cruciali per la psicoanalisi, J. Lacan, Altri scritti, cit., p. 199).”

[“Solo quando mi avrete perso mi ritroverete” – disse Nietzsche.]

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: