Skip to content

Terapia della narrazione

14 settembre 2016

Mi capita di raccontare storie didattiche, che nelle tradizioni dello spirito mettono alla berlina i condizionamenti. Chi le ascolta ne gode senza capire che la storia parla di lui. Se ne ride, significa che una parte di lui ne prende coscienza, e un’altra ne rifugge: la scissione. Il colmo per il narratore: “Forse non vi riconoscerete in questa storia…” Il distratto penserebbe che ciò non lo riguarda, ma ne prende atto. Come chi, al suggerimento dell’oratore di non prendere appunti, lo scrisse nel taccuino.

da:Leonardo Arena, Illusioni, Kindle Edition 2016

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: