Skip to content

Il transfert dello spirito

18 settembre 2016

Molti pretendono che il trapianto di tecniche spirituali da una cultura all’altra non sia salutare, ma controproducente. Certi frutti si colgono nei Paesi d’origine. Li si mangerà altrove, ma…Non possiamo praticare lo Yoga come faceva Patanjali. Qualcosa viene snaturato. Lo scopo e la destinazione cambiano. Si passa agli asana e si trascurano le fasi etiche dell’addestramento. Un ateo può praticare gli esercizi spirituali di Ignazio di Loyola, ma l’effetto è diverso. Sarebbe risibile ricostruire un tempio come quelli della valle dell’Indo, ma è stato fatto. Esiste la macchina del tempo?

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: