Skip to content

L’uomo senza rango

19 settembre 2016

Nella storia Zen, una donna anziana risponde alle domande dei monaci che le chiedono la strada. Dà indicazioni, e commenta: “Sono uomini comuni!”. Quelli si offendono, e chiedono al maestro di giudicarla. Lui chiede la strada, e la donna dà la stessa risposta. Non è importante come il maestro commenterà. Ma non si offende: l’etichetta di “uomo comune” significa stare al mondo, senza pretendere di essere eccezionali. Si va a dormire, si mangia, si beve e si fa l’amore; si sta in piedi, sdraiati, seduti o si cammina…Qualcuno ne riderà, ma non il saggio. Il commento a questa storia è più ampio di ciò che se ne può scrivere.

L.Arena, Illusioni, cit.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: