Skip to content

Cioran Blues

21 dicembre 2016

Re: Person I knew

 

Cioran come l’antitesi della spiegazione, aforisma fulmineo, che si vieta l’argomentare eppure dice, dice di sé e dell’Altro. non sommerge di parole il problema, che non c’è. che non fa studi su, articoli su, libri su, da parassita dello spirito quale non è, un monito a noi tutti, storiografi e non. Cioran personale, non impersonale, non derivato. che ci ricorda che lo storico, lo storiografo non è un filosofo, per quanto se ne dia la stoffa, o il vanto. capito I. V. e tutti gli altri? e io che sarei allievo di…meglio non dirlo, voce wikipediana da riscrivere e lo si farà. che sciocchi! gli influssi, le contaminazioni: si veda Cioran, il puro folle. Cioran che scrive cartoline da Parigi, e le manda, più di Bergson (Introduzione alla metafisica), più di chiunque che si affanni sulla Critica della ragion pura e trascura se stesso: Cioran stirneriano. Cioran che non vuol sottolineare il colore del martedì, questo di oggi, per non porsi questioni che hanno del metafisico o non siano meno ponderose. Cioran che non è poeta, ma ne getta le basi evitando di leggere altri poeti, e da filosofo di leggere altri filosofi. Cioran che si rifiuta di scrivere su Valéry. Cioran che, pure, s’infuria nel vedere Le mauvais démiurge tradotto come cattivo, che propone funesto, o a cui lo si propone, come se tutto ciò cambiasse qualcosa. Cioran contro la parola, schiavo della parola giusta, non equivoca. l’allievo sciocco, non si dica di peggio…, che mi rimbrottò puntando il dito sulla “attenzione alle parole” (voce nasale, antipatica), e cioè esorcista del nudo, opportunista e dogmatico. Cioran che si rifiuta di essere nulla, pur parteggiando per il nulla, perché non si dà a qualsiasi genere, lui no, non come Sartre, lui non si piegò al racconto, al romanzo, al…piegabile. Il merito di Cioran: l’aver capito che si scrive per sé e che, altrimenti, non ne vale la pena. Cioran indorato, come una pillola, Cioran astruso, il quale ci potrebbe dire che pure crede in Dio, senza intaccare la sua fama. Un Corso su Cioran? Lo feci, nel senso letterale, ma mi faccio beffe dei suoi esegeti (“Cioran diceva…”), immemori e distratti su quanto poté dire. ci hai detto del (non) nascere, ma neanche una parola sul non nato.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: