Skip to content

Jung su Freud

23 gennaio 2017

“Tra il modo di parlare di Freud e la sua scrittura c’è uno iato o un golfo molto ampio” (C. G. Jung, Letters, vol. I 1906-1950, a cura di G. Adler, New York, Ratledge 2015; edizione digitale).
Il primo incontro di Freud e Jung diede adito a una lunghissima conversazione, per ore. Jung ha potuto notare lo stile discorsivo di Freud, comparandolo con la sua scrittura, che, non dimentichiamolo, gli è valsa il conferimento del premio Goethe. Non è chiaro se Jung giudichi migliore uno stile di un altro. A meno che non si riferisca alla forma, bensì al contenuto. Jung poteva alludere al tono dogmatico che Freud palesava nei discorsi più che nelle opere. Nella stessa occasione, Freud aveva detto a Jung di doversi cautelare dalla fanghiglia dell’occultismo, tacendone negli scritti.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: