Skip to content

Jung: la comprensione

24 gennaio 2017

“Nel voler capire, per quanto sembri una inclinazione etica e umana, è in agguato la volontà del diavolo” (C. G. Jung, Letters, vol. I,1906-1950, a cura di G. Adler, New York, Ratledge 2015; edizione digitale).

Jung pone spesso in secondo piano le inclinazioni intellettuali, razionali dell’uomo. Non è per questa via che si comprendono le questioni esistenziali, che più gli stanno a cuore. Il capire può essere frutto di una potenza malvagia che alberga nell’interprete, e che rema contro lui stesso. Difficile sottrarsi a questa inclinazione, ma è salutare tentarlo. Coglieremmo la quintessenza delle cose e non dettagli insignificanti, senza valore.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: