Skip to content

Il Socrate platonico

28 gennaio 2017

Considerando i metodi di cui si avvale nella conversazione per farla progredire e mettere in difficoltà l’interlocutore, in realtà Socrate non fa altro che applicare, di volta in volta, il principio di non contraddizione all’argomentazione. Fa osservare all’altro che non può mantenere le proprie posizioni, in quanto si contraddirebbe: sottolinea al posto suo le conseguenze irrazionali di certe opinioni, imponendogli di modificarle; talvolta non fa neppure questo, e si assume lui stesso la briga di sintetizzare o evidenziare il senso del discorso al posto dell’altro. Il daimon, dunque, tutt’altro che una potenza sovrannaturale o transpersonale, apparirebbe, agli occhi dei moderni, un caparbio seguace di una logica che più tardi sarà detta aristotelica.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: