Skip to content

Socrate e Confucio

29 gennaio 2017

Confucio formulò un motto, riferito dai suoi allievi. “In questo consiste il sapere o la conoscenza (zhi, 知): ciò che sai, ammetti di saperlo; ciò che non sai, di non saperlo”. Il “non sapere” di Socrate non si accorda con il detto. Come minimo è falsa modestia, a detta di Nietzsche. Confucio sgombra il campo all’umiltà. Si può ammettere di essere uomini della conoscenza, purché non se ne millanti il possesso. Di converso, chi si dichiara non sapiente si vanta, e non è sincero: in realtà si considera sapiente, non dichiarandolo. Si tratta di una strategia, un artifizio.

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: