Skip to content

I sing the body electric

10 febbraio 2017

“Questi sono in verità i pensieri di tutti gli uomini in tutti luoghi ed epoche; non sono originali miei.
Se sono meno tuoi che miei, sono niente o quasi niente (Walt Whitman, Song of myself).”

Parole del maestro, rivolte a tutti noi in quanto non-noi, quell’ala di imprevedibilità che ci lascia sogghignare nel buio e si pensa ai poeti, quelli veri, già morti o non morti, che non videro la fisica dei quanti, pur intonando lodi al brahman universale. Dove sei stasera, Walt Whitman, e noi a chiedercelo con lui, riguardo a noi. Il nudo intravisto dalle scale che non portarono mai a niente. Foglie d’erba taoiste, Zhuangzi e Walt fianco a fianco nei many worlds che mai dimenticammo…

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: