Skip to content

Cittavrittinirodha

11 febbraio 2017

Dapprima, si realizzano quattro modalità del processo cognitivo: supposizione, riflessione, stato di beatitudine e senso dell’io (Yogasutra, 1.17).

Prima del non attaccamento, la mente si perde in quattro stadi. Nel primo, si fanno congetture sulle cose, tutte inadeguate. Nel secondo, si riflette su di esse, e lo spazio delle ipotesi viene meno. Nel terzo si prova uno stato di gioia, non aliena al piacere sensuale. Alcuni pensano che dipenda dalle esperienze gradevoli dei due stati precedenti. Nel quarto, si è formata una individualità: ciascuno dice io, ritenendosi una realtà separata. Tutto ciò è frutto di una attività pensante, senza la quale non saremmo vittime dell’illusione.

Patanjali, Yogasutra, a cura di L. V. Arena, Milano, Rizzoli 2015

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: