Skip to content

Meditare sul kōan

15 gennaio 2018

Un kōan è  la registrazione di un evento che ha permesso al fruitore o agli allievi di svegliarsi. In questo momento ci si accorge di essere Buddha. Gli adepti dello zen pensano che il kōan possegga un valore mimetico: meditandovi l’adepto può riprodurre  L’esperienza del risveglio, da altri già provata. Un kōan può essere il dialogo tra un maestro e il discepolo che si è illuminato, le parole di un sutra e così via. Chi crede alla logica formale viene scoraggiato (Leonardo Vittorio Arena, La via del risveglio. Manuale di meditazione, Milano, Rizzoli 2017, p. 57).

Annunci

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: