Vai al contenuto

un haiku indecifrato

30 marzo 2018

L’invito a godere del nudo ci sollecita a un altro rapporto verso la natura. Essa è già qui, in un giorno di pioggia o nelle distese assolate di un deserto. Non attende l’intervento di un interprete, né umano né altro. Si è detto che certi haiku traducano questo stato d’animo. Il più celebre: “Antico stagno/la rana vi si getta/suono d’acqua”. Bashō aveva dato queste linee, non cercava l’interpretazione. Avrebbe sorriso di chi vi intravedesse il senso dell’universo. Non era neanche una descrizione – qualcuno vede l’apertura al nudo in questi termini.

Leonardo Vittorio Arena, Nonsense rivisitato, forthcoming

From → filosofia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: