Skip to content

Oltre la logica: esistenza

Diversa è la situazione nella decisione a monte. Devo capire se prendere il treno o no, quando e se partire: dall’incontro potrebbe decidere la mia vita.

Annunci

Il mondo delle convenzioni

Decido di prendere il treno per un incontro. Devo essere alla stazione in tempo, in un’ora e un giorno preciso. Arrivare dopo non ha senso. Il rispetto della logica formale: si prende il treno in quel momento, o si perde l’occasione.

La soave insidia del non

“Non esistere” pretende di vivere la non esistenza fino in fondo. Che strano! Come se le sentenze più vere fossero un gioco di parole, un’assimilazione senz’appello. Se parliamo di non esistenza, il calembour sembra calzante. Non pensiero è diverso dall’assenza: l’articolazione verbale pecca.

Di un eterno ritorno dello stesso

Ci si è chiesti se la menomazione psichica non sia peggiore della fisica, d’un braccio o una gamba, e si ha paura di rispondere di sì, come se il destino potesse umiliare la nostra tracotanza. Dire che si ha la parvenza d’un sì è accettabile, avendo vissuto sulla carcassa i difetti dello svantaggio, mentre la vita ci presenta il conto da vecchi, quando tornano i problemi che credevamo esorcizzati.

Verso il naufragio

Fare o non fare, amare o odiare…Spesso si fanno entrambi, e il lavoro scelto, ancorché attraente, si svela sgradevole. Come con il partner, anche ai tempi della honeymoon o l’innamoramento. Non si vuol litigare, e si sbotta! Tanti segnali indicano la compresenza di due atteggiamenti opposti.

Polemos padre di tutto

Per scegliere un partner dovremmo mettere d’accordo tutti i componenti della psiche. Sappiamo quanto sia difficile, anche perché spesso perseguono obiettivi opposti. Assecondiamo uno, scontentiamo un altro. II conflitto reca sofferenza: è facile descriverlo, viverlo è tutt’altro.

Future-in-the-Past

Per Wittgenstein erano passati i tempi “in cui potevo scrivere un libro migliore”. Per me quelli in cui potevo sperare di esortare, non dico di influenzare, la mia ristretta schiera di lettori.